Rivedi presentazione iniziale
Luigi Einaudi "Libertà Economiche" volume 3
NOVITA'

"La Storia della Repubblica Romana del 1849" di Giancarlo Mazzuca

COMUNICATOSTAMPA

Libro Aperto (la rivista diretta da Antonio Patuelli ed edita a Ravenna), da rivista culturale sta divenendo sempre più Casa Editrice: dopo tre riedizioni anastatiche ("Diritti di libertà" di Francesco Ruffiniedito da P.Gobettinel 1926, "La libertà" di Giovanni Stuart Mill edito da P.Gobetti nel1925, "Le ideologie politiche" di Giovanni Malagodi edito da Laterza nel 1928) ora LibroAperto pubblica, con proprio marchio di editore, un volume assolutamente inedito.

Si tratta de "LaStoria della Repubblica Romana del 1849" di Giancarlo Mazzuca,
notissimo ed autorevole giornalista.

L'occasione è datadalla ricorrenza centocinquantenaria dell'esperienza della
Repubblica Romana: Mazzuca, 25 anni fa, dedicò a queste tematiche la sua tesidi laurea che oggi viene ripubblicata con taluni aggiornamenti.

Il volume, nella primaparte, passa in rassegna gli eventi che caratterizzarono quella primissima fase del Risorgimento dall'elezione di Pio IX, al biennio di"papato liberale" alla crisi dell'aprile del 1848, alla breve esperienza costituzionale delloStato pontificio fino all'assassinio di Pellegrino Rossi, quindi la convocazione dell'AssembleaCostituente che decretò la fine del potere temporale pontificio ed elaborò il testo della Costituzione della Repubblica Romana.

Mazzuca, nella secondaparte del volume, approfondisce le caratteristiche della costituzione della Repubblica Romana, i diritti e doveri dell'uomo, le funzionidell'Assemblea, gli organi dello Stato e le"peculiarità di due istituti come il Consolato ed il "Ministero non omogeneo". In appendice viene pubblicata una riccabibliografia sul 1848-49 nello Stato Romano nonché la Costituzione della Repubblica Romana.

Il volume è precedutoda una prefazione di Antonio Patuelli che sottolinea che nel
1848-49 non si sviluppò un unico movimento nazionale e risorgimentale: le vie intraprese dai patrioti furono diverse, soprattutto a seconda degli antichistati in cui si svilupparono.

Il grande sogno della Repubblica Romana - ha aggiunto Patuelli - si infranse sulla durezza della realtà di quei difficilissimi mesi del '49 che rappresentarono un'esperienza che fu utilissima, poi, innanzitutto a Cavour, Luigi Carlo Farinie Minghetti per imprimere una via realistica e possibile al grande disegnonazionale di realizzazione di un nuovo stato italiano. Anni dopo la Repubblica Romana la grande abilità di Cavour e Farini fu proprio quella di tessere preventivamente quellealleanze internazionali che erano mancate nel 1848-49 a tutte le strategie patriottiche italiane.

NOVITA'
5 per mille
FONDAZIONE LIBRO APERTO di Cultura Liberaldemocratica
via Corrado Ricci, 29 - 48121 Ravenna
tel. 0544 35549- 0544 212649 - tel. e fax 0544 36871
e-mail: redazione@libroaperto.it

Web design: Excogita