Rivedi presentazione iniziale
Luigi Einaudi "Libertà Economiche" volume 3
NOVITA'

Uscita n. 6 Comunicato Stampa

Il numero 6° diLibro Aperto (Luglio/Settembre) pubblica,sulle tematiche europee saggi diTommaso Frosini su “Il sentiero costituente”, Beatrice Rangoni Machiavelli su“Occupazione al primo posto”, Giacomo Regalo su “La sfida del terzo millennio:un lavoro per tutti”, Claudio Cressati su “La conferenza intergovernativa presasul serio”.

Inoltre Luigi Compagna traccia un ricordo di Renzo DeFelice, recentemente scomparso; Riccardo Scarpa apre un saggio “Per una criticastorica delle democrazie popolari e dello stato socialista”.

Nella rubrica “Le Garanzie”, Antonio Patuelli documenta laquasi paralisi decisionale del Parlamento; Egidio Sterpa approfondisce letematiche dell’unità nazionale e delle autonomie locali mentre Corrado SforzaFogliani analizza il ruolo discusso dei Prefetti.

Vincenzo Caianiello, già Presidente della CorteCostituzionale, approfondisce le tematiche della giustizia e dell’informazione.

Nella sezione “Libertà Economiche” Giorgio Amadei scrive unsaggio su “La mucca pazza: fatti e conseguenze di uno scandalo agro-alimentare”e Luca Anselmi uno su “Il processo di trasformazione della PubblicaAmministrazione”.

Oltre ad altre consuete rubriche il nuovo numero di LibroAperto contiene una importante riscoperta, tratta della Nuova Antologia delgennaio-febbraio 1922 relativa all’antico disegno di decentramento, ancheregionale, elaborato da Cavour, Farini e Minghetti subito immediatamente alcompimento dell’unità d’Italia.

In particolare “Sull’elaborazione del disegno di legge perl’ordinamento dell’Amministrazione Regionale” viene riscoperto “un documentomolto prezioso, esistente alla Biblioteca del Senato, cioè gli Estratti deiverbali delle Adunanze della Commissione nominata presso il Consiglio di Statoil 24 giugno 1860, da Luigi Carlo Farini, allora Ministro dell’Interno per lapreparazione di tale disegno di legge.

Nell’inaugurare i lavori della Commissione il Farini dette “lettura di una Nota che designava in forma nitida emagistrale i caratteri ed i limiti della riforma per quanto riguarda lacostituzione delle Regioni, riforma concordata con l’allora Presidente delConsiglio, Camillo Cavour”.

Ma le idee di Farini e Minghetti si scontrarono con ladurezza delle condizioni politiche dell’Italia dell’epoca, da molti secolidivisa in stati e staterelli in conflitto frequente fra loro.

NOVITA'
5 per mille
FONDAZIONE LIBRO APERTO di Cultura Liberaldemocratica
via Corrado Ricci, 29 - 48121 Ravenna
tel. 0544 35549- 0544 212649 - tel. e fax 0544 36871
e-mail: redazione@libroaperto.it

Web design: Excogita